Condizioni di vendita 

 

Condizioni di vendita aste antiquariato

1     Le vendite si effettuano  al maggiore offerente ed a pronti contanti, bancomat,  assegni circolari, carta di credito o con assegno Bancario,  in questo caso  la consegna dei beni sarà dopo aver accertato il buon fine del titolo.

2     Qualora sorga contestazione tra offerenti il lotto disputato, è rimesso immediatamente in asta sulla base dell’offerta in precedenza fatta.

3     Il Direttore della  vendita può variare l’ordine previsto nel catalogo e riunire o dividere i lotti

4     Il Direttore della vendita può accettare commissioni d’acquisto degli oggetti a prezzi determinati su preciso mandato, effettuando rilanci fino alla concorrenza del prezzo offerto, lo stesso ha la facoltà di effettuare rilanci per conto del mandante relativamente agli oggetti per i quali sia  stato stabilito un  prezzo di riserva (R)

5     Il direttore della vendita può accettare offerte telefoniche, scritte e on line

6     La Direzione non assume responsabilità oltre quella derivante dalla qualità di intermediario, l’esposizione consente la presa d’atto dello stato di fatto degli oggetti, l’acquirente può farsi assistere dal proprio consulente, con rinuncia ad ogni contestazione di vario genere da parte dell’acquirente, qualora risulti entro 10 gg., fondata difformità tra la descrizione e la qualità dell’oggetto (purché lo stesso non sia stato manomesso),  il rapporto di vendita si esamina con la restituzione della somma pagata all’acquirente e contestuale restituzione dell’oggetto senza altra pretesa.

7     La Direzione non risponde d'eventuali errori di catalogo sia sul piano descrittivo od altro; eventuali descrizioni errate di singoli lotti potranno essere corrette verbalmente durante l'asta.

Il partecipante in sala aste, dovrà consegnare, un documento di identità valido e sarà rilasciata una paletta con un numero progressivo

9     L’aggiudicatario, oltre il prezzo d'aggiudicazione, deve versare il 20% di diritto d’asta, dare i propri dati anagrafici per la fatturazione, nome, cognome, indirizzo, codice fiscale, documento di identità valido e codice univo per le società. In caso di aggiudicazione tramite on line  il diritto d’asta sarà maggiorato del 3%, l’approvazione all’asta on line sarà da concessa dopo l’inserimento dei documenti di identità e dei dati anagrafici sul sito www.astepay.it e il pagamento della cauzione.

10     Se il prezzo non è pagato l’oggetto viene posto a nuovo incanto, a spese e sotto la responsabilità dell’aggiudicatario inadempiente, qualora il bene rimane invenduto l’aggiudicatario dovrà corrispondere le provvigioni spettanti alla Casa d'Aste  per  la mancata vendita dell’oggetto già aggiudicato.

11 L’aggiudicatario deve ritirare gli oggetti acquistati nel luogo di vendita entro le 48 ore successive dell’esecuzione dell’asta, salvo diverso accordo con la Direzione; (eventuale preventivo per il trasporto, chiedere al personale)   

13 I visitatori sono responsabili dei danni arrecati agli oggetti in mostra con pagamento del danno arrecato, secondo il prezzo indicato.

13 Per i beni soggetti a notifica, l'acquirente dovrà provvedere ai sensi di legge,  e fornire tutte le documentazioni, prima dell’esportazione, di libera circolazione all’interno della comunità europea “attestato di libera circolazione“ rilasciato dal Ministero dei Beni Culturali Italiano.

14 Le attribuzioni contenute nel presente catalogo, riflettono solo l'opinione dello staff Casa d'Aste Estense e non possono assumere valore peritale e dove viene indicato “a firma …”, “con scritta …”,  “opera attribuibile a ….”, “opera attribuibile o attribuita a…….. mancante di expertise”, la casa d’aste lascia libera interpretazione all’aggiudicatario sull’identificazione dell’autore, sono quindi escluse al riguardo, garanzie e responsabilità, da parte del Casa d'aste Estense o dei suoi collaboratori.

15 Nel caso in cui, successivamente all’aggiudicazione e al relativo pagamento, le Autorità predispongano il ritiro del bene, per motivazioni di qualsiasi natura, l’importo fatturato sarà restituito, senza nulla pretendere oltre il prezzo pagato.

16 In caso di controversia è competente il Foro di Mantova o Ferrara

17 Le presenti condizioni generali di vendita s'intendono automaticamente accettate e saranno vincolanti per tutti i partecipanti all’asta 


AUMENTI MINIMI

I BENI CON BASE ASTA ZERO LA PRIMA OFFERTA € 10,00 

DA € 0 A 100

AUMENTO MINIMO

€ 5,00

DA € 100 A 200

AUMENTO MINIMO

€ 10,00

DA € 200 A 1.000

AUMENTO MINIMO

€ 20,00

DA € 1.000 A 3.000

AUMENTO MINIMO

€ 50,00

DA € 3.000 A 10.000

AUMENTO MINIMO

€ 100,00

DA € 10.000 A 20.000

AUMENTO MINIMO

€ 200,00

Da € 20.000 a 100.000

AUMENTO MINIMO

€ 500,00

Da € 100.000 a 200.000

AUMENTO MINIMO

€ 1.000,00

Da € 200.000 a 500.000

AUMENTO MINIMO

€ 2.000,00

Da € 500.000 a 800.000

AUMENTO MINIMO

€ 5.000,00

Oltre € 800.000 

AUMENTO MINIMO

€ 10.000,00




MODULI OFFERTA SCRITTA O TELEFONICA
REGISTRATI PER FARE LE OFFERTE
anteprima astalive.jpg 
© Copyright 2011 Istituto Vendite Giudiziarie    Condizioni di vendita